Charlotte

“Non sorriderò mai così tanto da mostrarlo”

“Sono nata negli anni 60 e all'epoca i denti venivano riparati con l'amalgama. Se un'otturazione non resisteva, veniva riparata... continuamente. Nel mio caso infine è stato necessario devitalizzare un dente. Cinque o sei anni dopo la devitalizzazione, il dente ha ceduto e il dentista è stato costretto a estrarlo".

Poiché il dente non era in zona estetica (per essere precisi, il dente numero 5), il problema è stato sottovalutato. Charlotte è una donna molto socievole e sicura di sé. Da giovane era un'atleta di alto livello nella corsa e tuttora si allena regolarmente. Il suo lavoro nel settore marketing richiede una notevole interazione sociale, quindi deve sempre dare una buona immagine di sé.

"Il mio primo pensiero è stato che non si sarebbe mai visto. Poi ho esitato. A 48 anni devo già avere un dente in meno nella mandibola? Era una battaglia interiore e la vanità e la fiducia in me stessa stavano prevalendo".

Un caro amico di Charlotte le ha suggerito un impianto dentale, un'opzione che lei conosceva. Certamente l'impianto ha un costo leggermente superiore ma dura tutta la vita. Ed è fantastico non dover stare attenti ogni volta che si apre la bocca.

"L’intera procedura è semplice, rapida e senza stress. Non avevo dubbi in merito alla competenza degli specialisti e mi sentivo sicura e a mio agio con il trattamento ricevuto. Non esiterei a farlo di nuovo. Oggi non ci penserei due volte a scegliere un impianto. Dona la stessa sensazione dei denti naturali".

Procedure passaggio per passaggio quando si decide di sostituire un dente.
 

Gli impianti dentali richiedono una cura regolare per poter mantenere la loro funzionalità.

 
049